Anche l’Hellas Verona Women a lezione di alimentazione con il Dott. Balestreri

Verona – Il rapporto tra sport e alimentazione è fra i più importanti nella crescita di un atleta, un aspetto da curare e acquisire per un giovane calciatore o una giovane calciatrice: è stato infatti questo il tema del terzo incontro formativo della Scuola calcio elite gialloblù, a cui hanno partecipato anche molte atlete del settore giovanile femminile. Lunedì 3 dicembre si è tenuto l’appuntamento ‘L’importanza dell’alimentazione nei giovani calciatori e calciatrici‘ presso la Sala Lucchi del Palazzetto Masprone. Un incontro condotto dal Dott. Filippo Balestreri, medico F.I.S.I. responsabile dello sci nordico, per sensibilizzare i giovani atleti e atlete dell’Hellas Verona all’importanza di un’alimentazione corretta unita a una buona attività sportiva, un concetto alla base dello sport a livelli professionistici e non.

Dopo una prima fase di spiegazione schematica sull’importanza di variare il cibo assunto cercando sempre di avere pasti completi, in relazione al tipo di vita e all’attività fisica svolta, il Dott. Balestreri ha poi risposto alle domande e ai dubbi dei tanti giovani presenti e dei genitori al seguito. Quantità di proteine, carboidrati, vitamine o calcio da assumere per un’alimentazione equilibrata e che possa garantire al figlio o alla figlia energia per tutta la giornata, piuttosto che la corretta suddivisione negli orari dei pasti e la compatibilità con gli orari scolastici e quelli degli allenamenti.

Dalle domande più interessate dei genitori, su come gestire gli orari e come comportarsi con tempi ristretti per i figli fra scuola e allenamento: «Si tratta di trovare, in base agli impegni e alla fantasia, delle abitudini corrette – ha risposto Balestreri – Scuola e sport creano problemi suppletivi di tempo, il consiglio è quello di non far trascorrere troppo fra un pasto e l’altro, così che i ragazzi non arrivino a cena affamati. Piuttosto è consigliabile uno spuntino in più durante la giornata», arrivando a quelle più curiose dei ragazzi e delle ragazze sulla crema di nocciole o l’assunzione di mandorle prima della gara: «La frutta secca offre sicuramente tanta energia al corpo, ma andrebbe mangiata qualche ore prima, a colazione ad esempio. Se mangiata nelle ore pre gara porterebbe al corpo l’energia solo alla fine del match». Una lezione utilissima ai giovani calciatori e alle giovani calciatrici dell’Hellas Verona e dell’Hellas Verona Women, che denota particolare attenzione a un tema importante e che, se conosciuto e gestito al meglio, può aiutare molto l’atleta in una gestione del proprio corpo sana e volta alla migliore prestazione fisica.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi