Bardin: «Entusiasmo e sacrificio per giocarcela con tutte»

Verona – Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Bianca Bardin, rilasciate in settimana ad Hellas1903.

«Come è iniziata la nuova stagione? Essendo già stata qui lo scorso anno ho vissuto il cambio di società in Hellas Verona. Questo campionato sembra essere iniziato con il piede giusto, proviamo ad andare avanti così. I 4 punti nelle prime due partite? Il primo pareggio è stato senza dubbio una partita in cui abbiamo imparato a conoscerci, era la prima tutte assieme in gara ufficiale. La vittoria con la Roma è stata davvero una partita combattuta e portata a casa con fatica, però meritata. Un gruppo giovanissimo? Siamo tutte giovani, soprattutto noi italiane siamo tutte ’99 o 2000. Molte sono anche già nel giro della Nazionale, io ora gioco con l’Under 19. I nostri punti forti? La preparazione fisica, la forza, la corsa. Essendo una squadra giovane possiamo dare tanto sotto questo aspetto. La mancanza d’esperienza può essere compensata dal fatto che possiamo apprendere molto e crescere. I cambiamenti maggiori con l’Hellas? Le partite di peso importante devono ancora essere giocate, però si è già notato un cambiamento nel seguito e nel pubblico. Avendo già giocato qua l’anno scorso ho vissuto il cambio e si nota maggiore impegno da parte di tutto lo staff, dentro e fuori il campo e anche più attenzione a noi. Quando ho capito che avrei giocato a pallone? All’inizio ho provato un sacco di sport, in realtà il calcio è quello a cui i miei genitori non vollero farmi avvicinare subito, non perché avessero qualcosa in contrario ma perché non pensavano che sarebbe stato il mio futuro. Una volta provato, più o meno a otto anni, non ho più smesso. Un fenomeno in crescita? In Nazionale continuano a ripeterci che abbiamo la responsabilità di vivere il periodo di passaggio da dilettantismo a professionismo, soprattutto noi giovani che possiamo dare tanto. I miei riferimenti? Nel femminile credo Manuela Giugliano, è il centrocampista più forte che io conosca. Nel maschile è sempre stato, da quando ero piccola, Gattuso. L’obiettivo? Puntiamo a fare un buon campionato, senza voler dare una posizione, ma cercando di fare bene».

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi