#DISTANTIMAUNITI: mister Cambioli e Donadello: «Ascoltate i genitori, studiate e allenatevi, ma senza distruggere casa»

Verona – Tutte le giovani calciatrici del Settore Giovanile gialloblù sono a casa in questi giorni, #IORESTOACASA cede il passo a #DISTANTIMAUNITI se si parla di una squadra. Si può continuare ad allenarsi, anche fra le mura domestiche, seguendo i consigli dei propri allenatori. I mister che, approfittando di questa sosta forzata, hanno il tempo per studiare e preparare al meglio la ripresa dell’attività, tracciando la linea del lavoro fin qui compiuto. Per la formazione Under 15 Esordienti le parole dell’allenatore Simone Cambioli e dell’accompagnatore-dirigente Fabio Donadello.

 

SIMONE CAMBIOLI

Mister, come procede la stagione al di là di questo stop forzato?
«Prima di tutto, ci tenevo a mandare un forte abbraccio a tutte le famiglie che, come tutti, stanno affrontando questo brutto avversario. La cosa più importante è restare uniti, rispettando lo slogan di questi giorni ‘#RESTIAMOACASA’, solo così possiamo uscirne vincitori. Detto questo, considero positiva la stagione sino ad ora, mi sto divertendo ‘da matti’. Per me è un onore lavorare con queste ragazze e rappresentare questa società. La squadra e tutto lo staff mi mancano tanto, per non parlare del lavoro sul campo. Insomma, non vedo l’ora di ricominciare!».

Quali obiettivi prefissati ad inizio stagione sono stati raggiunti? Su quali, invece, bisogna ancora lavorare?
«Considerando che, ad inizio settembre, il nostro era di un gruppo nuovo, in primis l’obiettivo era quello di creare un team caratterizzato da un forte spirito di squadra ed è stato pienamente raggiunto. Da un punto di visto tecnico-tattico dobbiamo migliorare ancora molto. Abbiamo raggiunto una solidità difensiva notevole, altro nostro obiettivo prefissato ad inizio stagione, anche se alcune volte pecchiamo nella lettura di alcuni momenti di gioco. Dobbiamo migliorare in fase di finalizzazione, spesso infatti creiamo molte occasioni ma concretizziamo poco rispetto a quanto creato. Pertanto, conoscendo la determinazione e la volontà delle ragazze, mi sento di dire che hanno tutte le carte in tavola per ampi margini di miglioramento».

Quindi contento dello spirito delle ragazze?
«Abbiamo un gruppo ‘affamato’ e questo è spettacolare. Sono semplici, ma bellissime sensazioni delle quali noi allenatori non ci possiamo privare. In questa stagione ci sono state vittorie e sconfitte, ma la più bella vittoria per me è trovare difficoltà nel mandarle negli spogliatoi al termine della seduta di allenamento, resterebbero in campo ancora per ore ad allenarsi».

Quali consigli hai dato loro per passare questa quarantena?
«Ho consigliato loro di non mollare lo studio in primis, di godersi questi momenti con la propria famiglia e di continuare ad allenarsi. Alla squadra è stato consegnato un piano di allenamento da seguire: un lavoro di training sulla core stability e sulla forza. Io ed il mio staff cerchiamo di essere sempre presenti e attenti alle loro quotidianità, cercando di trasmettere loro una ragione di impegno, come può essere il calcio».

Quale saluto mandi alle ‘tue’ Under 15?
«Non mollate e continuate ad allenarvi… possibilmente senza distruggere casa. Stiamo giocando la partita più importante, ma sono certo che andrà tutto bene. E quando torneremo ci sarà ancora tanto da divertirsi perché il meglio deve ancora venire».

 

FABIO DONADELLO

Buongiorno Fabio, innanzitutto volevo chiederti come stai passando questa ‘pausa’ forzata?
«Come per tutti è un periodo un po’ particolare, comincia a farsi sentire la mancanza del campo e della vita di tutti i giorni. Personalmente, sto cercando di sfruttare queste giornate di stop il più possibile e cerco di trarne i lati positivi: mi sto preparando per gli esami dell’università, aiuto a casa, sto con la mia famiglia e cerco di fare un po’ di esercizio fisico».

È il primo anno che collabori con mister Simone? Come ti trovi con lui?
«Sì esatto, è il primo anno che collaboro con Simone: è una persona straordinaria, mi ha accolto fin da subito con grande entusiasmo e mi piace molto lavorare con lui. Sicuramente ho molto da imparare da una persona come ‘Simo’. Insieme formiamo una bella squadra».

Parliamo invece del tuo ruolo. In che cosa consiste esattamente?
«È il mio primo anno all’Hellas Verona Women, una splendida realtà. Come collaboratore mi occupo principalmente della gestione documentale durante le partite di campionato. Inoltre, motivo la squadra durante ogni seduta delle ragazze, mi confronto spesso con il mister per quanto riguarda gli aspetti di gioco. Infine, durante gli allenamenti,  sono sempre a completa disposizione di mister Simone per qualsiasi tipologia di lavoro mi indichi da svolgere a servizio della squadra».

Quale saluto mandi alle vostre Under 15?
«Ciao ragazze, un abbraccio! Spero che anche per voi stia andando tutto bene, sono sicuro che anche voi – come me e il mister – non vedete l’ora di tornare alla vita di tutti i giorni, ma oggi come non mai è fondamentale rimanere a casa. Mi raccomando, non state tutto il giorno sul divano: studiate, aiutate i vostri genitori, cercate di sfruttare questo momento per passare dei bei momenti con la vostra famiglia e, soprattutto, allenatevi con le indicazioni che vi abbiamo preparato. A presto!».