L’Hellas Verona dice “No!” alla violenza sulle donne

Verona – Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, giorno di sensibilizzazione contro tutti i soprusi e violenze, fisiche o psicologiche, subite da donne di ogni età e condizione. L’Hellas Verona FC e l’Hellas Verona Women vogliono condividere il loro “No” alla violenza, come hanno fatto venerdì sera allo stadio “Bentegodi” prima di Hellas Verona-Palermo, quando Antonio Caracciolo ha consegnato, in un gesto simbolico, un mazzo di fiori alle calciatrice Julia Molin e Nicole Studer. Le atlete gialloblù hanno inoltre lanciato un messaggio, in più lingue fra cui il greco, il tedesco, lo svedese e lo slovacco, con un forte grido finale: “No alla violenza sulle donne”.

Contenuto non disponibile.
Consenti i cookies cliccando su "Ok" nel banner.

Un tema su cui l’Hellas Verona Women vuole essere ancora una volta in prima linea, dopo gli shooting fotografici che hanno portato, in collaborazione con La GrandeMela shoppingland e con Telefono Rosa Verona, associazione che da anni si occupa di assistenza a donne che hanno subito violenze, alla realizzazione di un calendario benefico, il cui ricavato verrà devoluto proprio a Telefono Rosa. Il tutto nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Un calcio alla violenza“.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi