Pachera: «Non è lo stesso Bari, non è lo stesso Verona: mi piace guardare avanti, non indietro»

Verona – Le principali dichiarazioni dell’allenatore gialloblù Matteo Pachera, rilasciate alla vigilia di Hellas Verona-Pink Sport Time, 14a giornata della Serie A TIMvision 2019/20.

«Bari importante anche per lo scontro diretto? È importante come lo saranno tutte le gare, ma sappiamo anche, che il Bari dell’andata non è il Bari che affronteremo in campo per questa giornata di ritorno, così come il Verona non è quello della gara d’andata. A me piace guardare avanti e non indietro. Conterà la testa più di tutto? Sarà importante. La testa è sempre importante in tutto quello che facciamo. Hellas 28 gol subiti in campionato, la Pink ne ha fatti 3 nel turno infrasettimanale: campanello d’allarme? Il Bari è una squadra difficile da affrontare, è una formazione molto fisica e può vantare anche di buone individualità. Nessun campanello d’allarme però. Ci vorrà massima attenzione ai particolari, questa sì, perché fanno la differenza. Quali errori da limare per portare a casa punti d’ora in avanti? La prestazione con il Florentia San Gimignano della scorsa settimana è stata positiva, ma come abbiamo visto non è bastata. Mi viene naturale dire, dunque, che è proprio l’attenzione ai particolari di cui abbiamo parlato prima che può e deve fare la differenza. Perchè il Verona può vincere questa partita? Perché è una squadra con qualità e può mettere in difficoltà qualsiasi avversaria. È quello che cercheremo di fare domani».