Sport e Legalità, insieme per i giovani: a Bussolengo anche Perin

Bussolengo – Ogni anno, il 23 maggio, si ricorda la ‘Strage di Capaci’, in cui persero la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, la moglie Francesca e tre agenti della scorta. È la Giornata della Legalità, in ricordo degli ideali di giustizia di Falcone, Borsellino e di tutti coloro che hanno lottato e lottano contro ogni forma di illegalità. Un’educazione al rispetto delle leggi e delle persone che ci circondano, rivolto soprattutto ai giovani. Così al teatro parrocchiale del Comune di Bussolengo si è svolto un incontro per gli studenti delle scuole medie ‘Leonardo Da Vinci’, coinvolti e attenti tra domande e risposte assieme agli ospiti: su tutti Niki Leonetti, giovane veronese fondatore del progetto ‘Si può fare? Perché no‘, volto a insegnare, anche attraverso la sua disabilità, una cultura di rispetto e inclusione.

E anche Niki ha raccontato le sue storie di sport, assieme agli altri ospiti che, attraverso il racconto delle proprie carriere, hanno voluto trasmettere a tutti i ragazzi presenti l’importanza della grande tematica della legalità e della sua applicazione nella vita di tutti i giorni. Sul palco c’era anche la calciatrice dell’Hellas Verona Women Laura Perin, assieme al Responsabile del Settore giovanile dell’Hellas Verona Massimo Margiotta, accompagnati dal Responsabile del Progetto Scuola gialloblù Zaccaria Tommasi, che per il secondo anno ha collaborato alla realizzazione dell’incontro con i ragazzi della scuola media di Bussolengo. Presenti inoltre il Responsabile del Settore giovanile del Chievo Andrea Catellani e il calciatore Nicholas Frey.

«Il tema della legalità è fondamentale – dice Laura Perin – Io e i miei colleghi sportivi abbiamo l’obbligo di trasmettere valori e correttezza in campo, ma anche in questi eventi di fronte a tutti questi ragazzi. Le calciatrici come esempi per le più piccole? Speriamo che anche questo aspetto faccia parte dello sviluppo del calcio femminile e per certi versi è già così. Per questo motivo dobbiamo comportarci e trasmettere i valori che lo sport ci insegna ogni giorno. Ricordo questo tipo di incontri quando anche io ero studentessa: è importante parlare di temi attuali come la legalità ai ragazzi».