Torneo Stella Stellina: una giornata indimenticabile per Under 15, Under 12 e Pulcine

Bassano del Grappa – È stata una giornata indimenticabile per le Under 15, le Under 12 e le Pulcine gialloblù quella di ieri, un’epifania in campo, per uno dei tornei più belli dedicati al calcio femminile giovanile. Stella Stellina, sono tantissime le giovani calciatrici che ci sono passate, si è rinnovato ancora per il 2020, un inizio dell’anno speciale per ben tre categorie dell’Hellas Verona. Vittorie e sconfitte, una giornata utile per formare ed affiatare i tre gruppi gialloblù e, soprattutto, per divertirsi.

Un totale di quindici partite per l’Hellas, in cui sono state affrontate squadre provenienti da tutto il Veneto, dal Friuli-Venezia Giulia e dall’Emilia. In tutto più di seicento bambine, tra cui quelle del settore giovanile del Verona, che si sono battute e divertite durante l’intera giornata su quattro diversi campi indoor nel complesso del Pala Sind, del Pala Due e dell’Arcostruttura di Bassano e alla Palestra comunale di Cartigliano (VI). Alla sera, durante il rientro a Verona, i tre allenatori che hanno seguito le atlete durante la giornata, hanno condiviso le proprie idee e le proprie sensazioni.

 

UNDER 15 – MIRKO GELMETTI

«È stata un’esperienza vissuta come una bellissima opportunità di crescita e di condivisione, in una location diversa dal solito ovvero l’indoor a 5: sicuramente altamente formativa. Per noi dello staff, ma sicuramente anche per le ragazze, è stata una giornata intensa e bellissima. Occasioni come queste permettono al gruppo di fondersi sempre più. Infine posso dire che è bellissimo vedere sempre più bambine e ragazze avvicinarsi al calcio. Oggi il torneo contava circa 600 bambine, direi che la direzione è quella giusta e sono orgoglioso di farne parte».

 

UNDER 12 – MARTINA BITTANTE

«È il terzo anno che partecipo al Torneo come allenatrice, ogni volta vedo grandissimo entusiasmo, le ragazze vengono dalla pausa calcistica e scolastica natalizia, questo permette loro di sfogare la voglia di giocare a calcio che hanno! Sicuramente è un modo per crescere, dato che l’indoor, con un pallone più piccola, permette alle ragazze di migliorare le loro skills aumentando la sensibilità nell’uso della suola, della punta e di altre parti del piede altrimenti poco utilizzate. Tutte le squadre vivono l’intera giornata come una sfida di sano agonismo e nel vedere questo dobbiamo imparare tanto dalle bambine e dalle ragazze. Le Under 12 hanno dato prova di grande carattere, giocandosela con tutte e ottenendo buoni risultati. C’è un po’ di amarezza per il secondo posto nel girone, ma è un grande punto di partenza per fare ancora meglio e divertirsi nel resto della stagione».

 

PULCINE – MICHELE CAZZADOR

«Questo torneo è stato vissuto dalle più piccole con gioia e impegno, sintomi della loro grande passione per il calcio. Da parte mia posso dire che è stato bello vedere così tante squadre presenti a questa manifestazione ed è un grande segnale per il movimento calcistico femminile. Per le nostre gialloblù credo sia stata un’ottima giornata per crescere dal punto di vista caratteriale, ci sono stati anche momenti di delusione ma sono riuscite a capire da sole, facendo forza di gruppo, che era il momento di rimediare e ripartire al meglio nelle altre partite. Dal punto di vista del gioco si è visto ciò che hanno imparato in questi primi mesi e confrontarsi con tante squadre diverse le ha portate a dare fondo alle loro capacità tecniche e caratteriali. Aggiungo la soddisfazione nel vedere tre squadre del Verona, è la prova del grande lavoro svolto da parte di tutti, società e allenatori, dedicato alle ragazze».