Under 17 / Game point di regular season sabato contro il Sassuolo, Cona: «Buone sensazioni dopo Arco, il gruppo ci tiene ma serve il salto di qualità»

Verona – Dopo il secondo posto raggiunto al ‘Trofeo Città di Arco – Beppe Viola’, una fase a gironi a punteggio pieno e la sconfitta in finale per 3-1 contro il Brescia, l’Under 17 gialloblù si rituffa nel campionato, dove la missione sarà quella di consolidare il secondo posto valido per la qualificazione alla fase finale. A 11 punti dal Tavagnacco primo a punteggio pieno, contro cui la vittoria al ritorno è svanita solo all’ultimo, le ragazze di mister Giacomo Cona (25 punti in classifica) dovranno difendersi dagli attacchi del Padova a 19 e del Sassuolo a 17 con una gara in meno. Sabato 16 marzo (ore 18) allo stadio ‘Olivieri’ di via Sogare basterebbe un risultato utile proprio contro le neroverdi, visto che sarà la penultima partita della regular season, per qualificarsi aritmeticamente alle finali.

Le parole dell’allenatore dell’Under 17 gialloblù Giacomo Cona, dopo l’avventura del Beppe Viola e alla vigilia della sfida di campionato contro il Sassuolo: «Le sensazioni dopo Arco? Sono buone, il nostro gruppo si è assestato su un livello alto e si vede durante le partite per come stanno in campo le ragazze. Siamo cresciuti anche a livello tecnico, peccato per la finale dove siamo arrivati completamente scarichi a livello fisico, dunque dobbiamo allenarci di più. Per arrivare su ogni palla bisogna correre e la consapevolezza dell’importanza dell’allenamento a livello fisico è ciò su cui questo gruppo deve fare il salto di qualità. Una squadra che dimostra di tenere ai traguardi? Le partite sono quasi sempre buone e questo dimostra che ci tengono tanto, ma alcune volte si vede il risultato dell’allenamento e quindi le ragazze devono migliorare durante la settimana per alzare il ritmo della gara. Le prestazioni di Arco sono uno stimolo in più per la fine del campionato? Devono essere uno stimolo per finirlo al meglio e per affrontare la prima sfida della fase finale, dove incontreremo un avversario sicuramente molto forte contro cui dovremo mettere in campo molto più di quanto stiamo facendo ora. Ci sono due settimane per preparare le partite a livello fisico, tattico e tecnico. Questo è lo stimolo per capire come battere delle avversarie molto forti».

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi